rosone

Notizie da Associazioni e Movimenti

Un nuovo Consiglio a servizio dell'...invisibile
Foto sommario

Ufficializzata oggi la nomina del nuovo Consiglio di Sottosezione Unitalsi di Fermo

“Coraggio! Cercate la comunione tra voi e con chiunque vi sarà dato di incontrare!”

Con queste parole l’Arcivescovo Mons. Rocco Pennacchio, il 23 gennaio scorso, ha incitato i soci effettivi dell’associazione e i candidati convenuti in assemblea per l’elezione del nuovo Consiglio di Sottosezione di Fermo. Si respiravano emozione e speranza. E’ stato un momento importante che, nel cuore di tutti, segna una ripartenza.

Segna la ripartenza dopo questi mesi durissimi in cui ogni unitalsiano, silenziosamente, ha indossato quella divisa, senza clamore, facendosi vicino a chi era più fragile. Significativo è stato anche che tali nuove elezioni siano avvenute proprio in quel giorno, la domenica della Parola, festa istituita da Papa Francesco per celebrare la centralità della Parola del Signore nella vita cristiana, una Parola che l’Unitalsi incarna concretamente.

Oggi 12 febbraio, proprio l’indomani della festa della Madonna a di Lourdes, il consiglio eletto nelle persone di Fabiola Casturà (presidente), Nadia Camilletti, Enrico Pangrazi, Livio Panitteri, Tony Giancola, Giannina Nicolai (consiglieri) è stato ricevuto dall’Arcivescovo che ha ufficializzato le nomine.

L’Arcivescovo ha esortato i neo eletti affinché al centro di ogni iniziativa, di ogni pensiero, di ogni motu ci sia sempre e solo il “malato”, spesso relegato ai margini e ha sollecitato a porre particolare attenzione anche a quelle malattie invisibili agli occhi, inudite perché prive di forza per essere gridate. Come se il nostro impegno principale sia di dotarsi di antenne speciali per sentire, cercare, fiutare, farsi sostegno spesso solo con un sorriso, un messaggio, una telefonata, una visita. Ci sono bisogni invisibili e drammatici che non immaginiamo e che sono vicinissimi a noi.  

Nel nostro cuore oggi pulsano una nuova speranza e una nuova energia, quelle che viviamo quando si scendiamo dal treno perché siamo coscienti e oggi l’Arcivescovo ce lo ha ricordato, tramite le parole rivolte ai neo eletti, che il servizio non ha senso se è circoscritto ai 7 giorni del pellegrinaggio ma inizia proprio quando si scende da quel treno e trova negli altri 358 giorni, quelli della ferialità, la sua sorgente e il suo compimento!!

Al nuovo Consiglio porgiamo i più cari auguri affinché sia promotore di quella fraternità invisibile che può ridare significato ad una vita e assicuriamo tutto il nostro sostegno e la nostra preghiera!!

 

                                                        

                                                                                          Biancamaria Poeta

                                                                                          (sorella unitalsiana)

Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Eventi dalla diocesi

15 agosto 11:30

In Cattedrale

03 novembre 09:30 - 12:30

A Villa Nazareth

01 dicembre 09:30

Presso il convento dei Cappuccini a Civitanova

19 gennaio 09:30

Nella vicaria di Corridonia

23 febbraio

A Loreto

02 marzo 09:30

Presso il convento dei Passionisti a Morrovalle

Copyright 2009 Arcidiocesi di Fermo - info@fermodiocesi.it | pec: economato.diocesifermo@legalmail.it | Redazione | Contattaci | Cookies / Privacy Policy

Arcidiocesi di Fermo: C.F. 90006790449 - Via Sisto V, 11 - Tel: 0734.229005